Texto do aluno Camilo sobre Gastronomia Italiana

Compartilhe este post

UN’ESPERIENZA GASTRONOMICA IN Italia

di Camilo Delfino*

“ho assaggiato per la prima volta le meravigliose trofie ligure al pesto”.

Parliamo di gastronomia, la tematica di questo bel mese di aprile in cui ci troviamo in quarantena. Vi racconto un’esperienza gastronomica in cui abbiamo provato il vino D.O.C.G.** di Barolo e, alla fine abbiamo assaggiato le tradizionali trofie ligure al pesto.

L’ottobre scorso io e mia moglie siamo andati in Italia e ci siamo incontrati con i miei parenti italiani. Tom è il cugino di secondo grado di mio padre e vive con sua moglie in Liguria, dove siamo andati a trovarli e abbiamo vissuto questa bella esperienza.

Abbiamo visitato il comune di Barolo nel Piemonte, e abbiamo comprato una bottiglia del prestigioso vino Barolo Riserva 2011, nella Cantina Marchesi di Barolo.

Devo introdurvi il vino Barolo: spesso chiamato “il Vino del Re e il Re dei Vini”, per essere molto apprezzato dal Re Carlo Alberto di Savoia, è considerato uno dei migliori vini rossi d’Italia. Il vino Barolo è prodotto con le uve di tipo Nebbiolo, e per poter chiamarsi Barolo, deve invecchiare per 38 mesi, mentre il Riserva viene invecchiato almeno cinque anni.

Immagine che contiene tavolo, interni, persona, piatto

Descrizione generata automaticamente

Siccome è un vino invecchiato, dobbiamo metterlo in un decanter, che serve per ossigenarlo, e aiuta a liberare il sapore dei vini strutturati. Tom è sommelier certificato dalla FISAR della Liguria (Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori), e mi ha insegnato che per questo Barolo, serve aprire la bottiglia e lasciare il vino respirare per due ore. L’ho aperta, e ho avuto tempo di andare all’agenzia delle entrate, prendere il codice fiscale e quando siamo tornati a casa dopo due ore, abbiamo messo il vino nel decanter per un’altra mezz’ora, e poi, finalmente, ho provato il Re dei vini. Non sono un esperto, però mi è piaciuto tantissimo, un vino con un profumo meraviglioso, strutturato col sapore intenso. Secondo me, non è facile descrivere il sapore di un vino, anzi, dovete provarlo!

Immagine che contiene bottiglia, tavolo, vino, interni

Descrizione generata automaticamente

Il giorno dopo, la moglie di Tom, Marina, ci ha preparato le trofie! Le trofie sono un tipo di pasta tipica della cucina ligure. Il loro sapore ricorda un po’ gli gnocchi, però le trofie hanno un formato allungato. Il pesto è originario della Liguria, e il suo sapore è davvero più intenso di tutte le salse di pesto che avevo già provato!

Spero che la lettura sia stata piacevole, e a presto!

* Camilo Delfino è un italo-brasiliano che vive in Arabia Saudita ed è appassionato per l’Italia.

** D.O.C.G. (Denominazione Origine Controllata e Garantita)

Inscreva-se na Jornada da Esperienza Italiana.

Veja também:

Storia di Aline Aquino Gargiulo

“Ho un debito con l’Italia”   Con queste parole inizia la storia di Aline Aquino Gargiulo. Aline è una donna sempre sorridente, molto educata e

Leia mais

Roma

ROMA Para quem ainda não conhece Roma, descobrirá que é impossível caminhar de um ponto a outro sem explorá-la  Texto elaborado a partir da live

Leia mais

Itália da Giulia · 2023 © Todos os direitos reservados