I Colori In Italia

Colori In Italia

Compartilhe este post

Parlare di colori può sembrare una stupidaggine, ma non lo è. I colori in Italia, come in tutte le culture, hanno dei significati particolari perché fanno parte dell’identità, della storia, parlano di com’è una società, a che cosa crede la gente. Insomma, i colori hanno un alto valore simbolico e, quando andiamo in un altro Paese, bisogna conoscere questi codici per evitare di essere visti con occhi strani o pensare che gli altri siano strani senza sapere il perché.

Angélica M. Velazco J.

La storia dei colori ha un’origine sociale. È la società che gli attribuisce un significato, che gli dà un codice e un valore a seconda del momento storico.

Questo è il motivo per il quale i colori hanno una grande importanza socio-culturale, perché spiegano il contesto d’ogni società dal punto di vista religioso, politico, sociale, etnico, e, addirittura, economico. 

Come nel caso dell’Italia, che durante il Rinascimento ha espresso la ricchezza e fecondità di questo periodo storico tramite l’arte e la qualità e varietà dei colori degli artisti del momento, come Filippo Brunelleschi, Sandro Botticelli, Leonardo da Vinci, Michelangelo Buonarroti, Raffaello Sanzio, Donatello… 

Inoltre, i colori possono essere uno strumento di comunicazione non verbale molto forte.

In Cina, ad esempio, il bianco è il colore del lutto, in alcune culture indiane significa infelicità, ma nel mondo occidentale fa riferimento alla pace, ed è anche il colore dei dottori, degli infermieri, delle spose e degli angeli.

Vediamo specificamente che significato hanno i colori in Italia, raggruppati in tre grandi segmenti:

1. La moda e i colori in Italia, Paese in cui lo stile e l’estetica fanno parte della quotidianità

I colori sono diventati importanti nel mondo della moda da quando i più importanti marchi hanno cominciato a identificarsi con delle tonalità specifiche che poi sono diventate iconiche e si sono mantenute nel tempo.

Ad esempio,  Giorgio Armani ha creato il suo proprio colore, il “greige”, una via di mezzo tra il grigio e il beige. Per questo stilista, probabilmente il più importante e famoso della moda contemporanea italiana, questo colore significa neutralità e raffinatezza, un lusso senza esagerazioni.

Nel mondo della moda i colori creano un’identità:

Bianco: comunica purezza, luce e perfezione.

Rosso: riflette emozioni fra cui provocazione, passione e sicurezza immediata.

Giallo: felicità e allegria, gioia ed energia.

Arancione: calore, entusiasmo ed energia. Riflette uno stato d’animo positivo.

Rosa: amore puro, tenerezza e dolcezza.

Viola: è collegato con la fantasia e il lusso.

Blu: simbolo della produttività e dinamicità

Verde: natura, pace e tranquillità.

Marrone: sicurezza, stabilità e affidabilità.

Grigio: un colore riservato che non esprime molte emozioni.

Nero: distinzione ed eleganza.

2. La superstizione e i colori in Italia:

Ogni Paese ha delle credenze e rituali che non sono tanto razionali, ma che influiscono sul pensiero e sulla condotta delle persone.

In Italia, un sinonimo di superstizione è “scaramanzia” ed è più presente in alcune regioni piuttosto che in altre, ma in ogni caso i colori hanno il loro significato anche da questo punto di vista:

Rosso: si collega al fuoco e alla passione, alla collera, al pericolo e alla distruzione. Per proteggere i bambini contro il malocchio (la superstizione in cui lo sguardo produce effetti negativi sulla persona osservata), si usano pezzi di panno o amuleti colore rosso.

Giallo: è il colore del disordine e della follia. Ma, per molti contadini, se prevale il giallo in un arcobaleno, l’anno per la raccolta del frumento sarà favorevole.

Arancione: è il colore del calore, del fuoco ed è legato alla creattività.

Verde: è il colore della speranza; il verde scuro però simboleggia l’invidia e la gelosia, per questo esiste la frase “è verde d’invidia.”

Blu: infonde serenità e calma, ma è anche il colore dell’abbandono e della tristezza.

Viola: rappresenta la magia e il mistero; è anche il colore della nobilità, l’intelligenza, la saggezza e l’arte. Per gli artisti del teatro però, il viola porta sfortuna.

Nero: è collegato a tutto quello che indica il male, paura e distruzione, per quello si usa in frasi come “magia nera”, “disperazione nera”, “venerdì nero”.

Bianco: esprime purezza, bontà, spiritualità e speranza per il futuro. Esiste però una superstizione particolare legata a questo colore, in cui se vedi un cavallo bianco per Capodanno è presagio di guai.

3. Abbinare la vita con i colori a seconda della stagione: 

Questo era nuovo per me, perché prima di arrivare in Italia, sceglievo un particolare colore a seconda del mio stato d’animo giornaliero, senza dare importanza al mese dell’anno. Ma in Italia, così come in molti Paesi europei, le persone si vestono e abbinano le loro cose di casa (lenzuoli, tovaglie e altri ornamenti) a seconda delle stagioni.

Praticamente, in inverno si usano colori sobri: grigio, nero e altre tonalità scure. Si vedono pochi colori in giro.

Durante il mio primo inverno italiano mi sono chiesta perché la maggior parte delle persone usava giacche nere e mi hanno spiegato che il nero trattiene il caldo, mentre il bianco lo riflette all’esterno, così come lo fa con la luce.

Questo è il motivo per il quale durante l’estate si usa molto il bianco e altri colori così detti “freschi”: giallo, verde chiaro, arancione, fucsia, blu, e tanti colori chiari che esprimono energia, in collegamento anche con la forte presenza del sole. 

In primavera, per omaggiare la presenza dei fiori di tanti colori, si usa un po’ di tutto.

In autunno, invece, i colori che prevalgono sono quelli della terra e delle foglie che cadono dagli alberi: marrone, arancione, rosso, beige… 

All’inizio, quando ho cominciato ad avere un po’ di confidenza con gli italiani, chiedevo consigli su una borsa o qualche giacca e loro ridevano e mi guardavano con tenerezza quando io sceglievo oggetti con dei colori accesi in pieno inverno.

Con il tempo ho capito che ogni stagione ha un’influenza emotiva sulle persone e può cambiare anche il modo in cui ci sentiamo. Per questo motivo ho dato una mia spiegazione al fatto di abbinare i colori con le stagioni, e così sono arrivata alla conclusione che questo è il modo migliore per essere in armonia con la natura e con tutto quello che ci offre in un momento specifico.

Leia o artigo em português: Cores Na Itália

Faça o exercício desse artigo: Esercizi

Veja também:

Storia di Aline Aquino Gargiulo

“Ho un debito con l’Italia”   Con queste parole inizia la storia di Aline Aquino Gargiulo. Aline è una donna sempre sorridente, molto educata e

Leia mais

Roma

ROMA Para quem ainda não conhece Roma, descobrirá que é impossível caminhar de um ponto a outro sem explorá-la  Texto elaborado a partir da live

Leia mais

Itália da Giulia · 2023 © Todos os direitos reservados