Fare La Valigia, Disfare La Valigia

Fare La Valigia

Compartilhe este post

Angélica M. Velazco J.

A me piace viaggiare, e molto, ma fare la valigia è veramente stressante per me, anche se l’ho fatto diverse volte per motivi di traslochi, vacanza e lavoro.

Quando mi trovo di fronte al compito di scegliere cose, piegare, arrotolare e organizzare mi innervosisco e vorrei che un altro lo facesse per me. Ma prima o poi la realtà mi colpisce in faccia e per tranquillizzarmi penso alle persone che vedrò nel mio viaggio o alle nuove cose che sperimenterò, e comincio a preparare i miei bagagli. 

Ecco alcuni consigli importanti

Per me la cosa più importante è preparare la valigia con un bel po’ di anticipo, 2-3 giorni prima.

Nell’ultimo viaggio che ho fatto, ho cominciato un mese prima perché volevo comprare delle cose che non si trovavano nel Paese dove sono andata e volevo prendere i regali giusti per le persone che avrei visto, molte delle quali non vedevo da anni.

Fare la valigia in anticipo può sembrare difficile, soprattutto se sei sempre molto occupato, ma vi risparmierà tantissimo stress ed eviterà dimenticanze.

Lo dico per esperienza, perché mi sono trovata alcune volte a fare la valigia alle 3 del mattino e il volo era alle 7, dimenticando così soldi e documenti importanti.

Inoltre, l’esperienza personale mi ha fatto stabilire anche una differenza tra il fare la valigia quando si fa un viaggio generale, per vacanza o lavoro e fare la valigia quando si decide di andare a vivere in un altro Paese. 

Fare la valigua quando si fa un viaggio generale:

  • La prima cosa è cercare informazioni riguardanti il posto dove andremo, il suo clima (vedere le previsioni del tempo) e il contesto in cui saremo: mare, montagna, città, casa, festa, lavoro…
  • Fare una lista: si può fare in un semplice file Excel o su un pezzo di carta che si attacca al frigo o sul cellulare; per i più tecnologici esistono anche App dedicate a questo scopo. Spuntate le cose che sono già pronte e aggiornate la lista immediatamente quando ricordate qualcosa da portare con voi come un medicinale, una crema oppure qualche oggetto specifico che rischiate di dimenticare.
  • Scegliete una valigia comoda e leggera, così potete approfittare meglio il contenuto e sarà più comodo trasportarla. Segnate la valigia con il vostro nome e cognome, mail e numero di telefono. Una cosa super “secchiona” che ho fatto è stata mettere un biglietto dentro ogni valigia che ho riportando le sue misure e il peso che supporta, così evito di misurarle ogni volta, considerando che le compagnie aeree, soprattutto quelle low cost, cambiano spesso le regole sul bagaglio.
  • È molto utile avere una bilancia pesa-valigie portatile, è uno strumento molto comodo. Portatela con voi nel viaggio perché se fate degli acquisti, regali, souvenir e rischiate di dover lasciarli in aeroporto o pagare una multa per aver superato il limite del peso concesso.
  • Aiuta molto fare direttamente gli abbinamenti con i vestiti che userete giorno per giorno, dai piedi alla testa. Limitate l’uso di molti colori per gli abbinamenti e cercate di scegliere vestiti neutri.
  • Se sono molti giorni di viaggio, ricordate che potete sempre lavare i vostri vestiti e fare anche altri abbinamenti con quelli che avete.
  • Se viaggiate in inverno, potete usare il riscaldamento per asciugare i vestiti. Se non avete il riscaldamento, funziona anche la parte dietro di alcuni frigoriferi.
  • Approfittate ogni spazio e mettete una cosa dentro l’altra: arrotolate i vestiti e infilateli negli spazi vuoti della valigia, usate lo spazio interno delle borse che porterete dentro il bagaglio e anche quello delle scarpe!
  • Attenzione a quello che si più portare o meno! Controllate i regolamenti sul cibo, medicinali, oggetti particolari, ecc., così evitate momenti imbarazzanti di revisione della valigia, domande, risposte, corse.
  • Nel bagaglio a mano bisogna avere le cose che ci possono aiutare a essere preparati per ogni eventualità, nel mio caso: un asciugamano medio o piccolo, un cambio di vestiti, spazzolino, dentifricio, sapone, shampoo e deodorante (piccoli), perché non si sa mai. Un giorno ho fatto delle vacanze nella giungla e quando siamo arrivati mi hanno detto che la mia valigia non era con noi, era rimasta in aeroporto e ce l’hanno spedita solo il pomeriggio dopo.
  • Sigillate con dello scotch i flaconi con liquidi e metteteli dentro una busta di plastica.

Fare la valigia quando si fa un viaggio per andare a vivere altrove:

  • Limitatevi a rispettare il peso che la compagnia aerea permette e il resto ve lo fate spedire, oppure analizzate i costi dei corrieri e fate un paragone. Magari vi conviene portare qualcosa in più e pagare il bagaglio extra. Ma tenete presente che non potete portare tutto quello che avete a casa. Poi, se decidete di fare un salto nel vostro Paese, potete sempre approfittare per vedere le cose che avete lasciato, “fare pulizia”, regalare quello che non vi serve più e portarvi quel ricordo a cui non potete rinunciare.
  • Per il resto, seguite gli stessi consigli del viaggio generale e ricordatevi: se manca qualcosa, non fatevi prendere dall’ansia, la potete sempre comprare nel posto dove andate a vivere o anche in aeroporto o, se è il caso, dove farete lo scalo (ricordatevi che potrebbe costarvi un po’ di più).

Finalmente, una volta che siete arrivati a destinazione, bisogna disfare la valigia subito! Se non lo fate entro le prime ore, poi diventerà un’attività pesante, perché non sarà più una priorità, così rischiate di lasciare la valigia lì per terra tutto il tempo e tutto si accumulerà insieme alle attività quotidiane.

L’efficacia di disfare la valigia appena arrivati l’ho verificata quando ho fatto un viaggio al mare prima di prendere un volo di ritorno che sarebbe durato circa 11 ore. Quando sono entrata in casa ho ricordato di avere dei vestiti bagnati in valigia, quindi per evitare la puzza e che si rovinassero, ho disfatto subito la valigia, ho lavato e organizzato tutto.

Il giorno dopo avevo non solo le mie cose pulite, ma anche la mia mente era più tranquilla, organizzata e rilassata, pronta per recuperarmi dallo shock nel riprendere il lavoro dopo le belle vacanze trascorse.

Come materiale extra, vi lascio un link carino che spiega più nel dettaglio come organizzare bene i vestiti e gli oggetti in valigia: https://www.leitv.it/moda/come-fare-valigia-perfetta-10-consigl/

E voi? Avete qualche altro consiglio da aggiungere o storia da raccontare?

Leia o artigo em português: Fazer As Malas, Desfazer As Malas

Faça o exercício desse artigo: Esercizi

Veja também:

Storia di Aline Aquino Gargiulo

“Ho un debito con l’Italia”   Con queste parole inizia la storia di Aline Aquino Gargiulo. Aline è una donna sempre sorridente, molto educata e

Leia mais

Roma

ROMA Para quem ainda não conhece Roma, descobrirá que é impossível caminhar de um ponto a outro sem explorá-la  Texto elaborado a partir da live

Leia mais

Itália da Giulia · 2023 © Todos os direitos reservados