Roma

Compartilhe este post

ROMA

Per chi la vede per prima volta, scoprirà che a Roma è impossibile camminare da un punto all’altro senza esplorarla

 

Testo adattato dalla live di Giulia Nardini del 26 agosto 2020 sul suo canale Instagram: @italiadagiulia

Testo di Angélica M. Velazco J.

 

Magari non siete molto abituati a riconoscere le regioni italiane, ma riconoscete più velocemente i nomi delle città. Se ad esempio, vi diciamo le parole “Roma” e “Lazio”, probabilmente sarete più familiarizzati con la prima. Per conoscere l’Italia è importante capire a quali regioni appartengono le città di vostro interesse.

Roma, oltre a essere la capitale d’Italia, è anche il capoluogo della sua regione: il Lazio.

Come vedete nella mappa qui sotto, l’Italia è una penisola lunga e stretta ed è divisa fra nord, centro e sud. Roma si trova al centro, è comune e fa provincia. Ricordate: il comune è la divisione territoriale più piccola e appartiene alla provincia.

L’aeroporto di Fiumicino, a Roma, è uno dei principali aeroporti internazionali d’Italia (l’altro è quello di Malpensa a Milano), quindi chi decide di fare un viaggio in Italia, può arrivare a Fiumicino, anche se Roma non è la destinazione prevista. Visitare questa città vale la pena perché è piena di storia, è semplicemente un museo a cielo aperto.

Roma, città a strati

Si dice che Roma sia una città fatta a strati, ma perché? Ricordiamo che l’Impero Romano ha una storia secolare. Ogni volta che gli invasori arrivavano per dominare una città, distruggevano tutto ciò che trovavano e ci costruivano sopra. Così abbiamo città appartenenti a diverse civilizzazioni ed epoche, una sopra l’atra, come “strati” pieni di storia, cultura e influenze diverse.

Proprio per questo motivo è molto difficile fare delle opere che in altre città sarebbero più facili, come ad esempio creare una linea della metropolitana. Succede spesso che quando si inizia a scavare per costruire qualcosa, vengono scoperti nuovi pezzi di civiltà antiche per cui i lavori devono essere interrotti.

Cliché della città eterna

Nello standard italiano, Roma è una città grande, con quasi 3 milioni di abitanti; è una città ricca di bellezza e grandiosità. Però, c’è da dire che non è una città organizzata:

  • non è molto pulita, si può trovare della spazzatura per strada;
  • i mezzi di trasporto non sono molto puntuali: non ci sono molte linee della metropolitana e, a causa del traffico, gli autobus non rispettano gli orari;
  • ci sono molti turisti che camminano per le strade, il che può ostacolare chi vive in città e ha fretta di spostarsi.

I romani hanno la reputazione di essere di cattivo umore o di essere maleducati, ma in realtà sono persone allegre, vivaci e divertenti. Roma è una città che ha molti turisti tutto l’anno; chi vive in città, oltre a dover essere sempre in mezzo a loro, spesso deve essere disponibile a dare informazioni, quindi può capitare che la persona sia stanca o di fretta e risponde velocemente, azione che potrebbe essere interpretata come una scortesia.

Di solito i centri storici sono abitati, per cui l’interazione fra i turisti e i locali può essere irritante e diventa difficile da gestire. I turisti percorrono la città con l’idea di camminare, curiosi, scattano foto, fanno domande; invece un locale ha un ritmo di vita totalmente diverso.

Per quanto riguarda la sicurezza, anche se Roma è una città abbastanza sicura, avvengono piccoli furti. I borseggiatori esistono ovunque, soprattutto nelle grandi città piene di turisti.

Come percorrere Roma

La metropolitana di Roma non ha molte linee, ma ci sono gli autobus. Dato che le distanze non sono molto lunghe, è possibile andare a piedi in molto luoghi. Fate attenzione alle indicazioni di Google Maps perché le distanze e il tempo del percorso possono essere diverse per i turisti, dato che normalmente ci si ferma a osservare i vari monumenti, le piazze, le strade, ecc. con attenzione.

Qui abbiamo un esempio: da Piazza di Spagna al Colosseo ci sono meno di 3 km e se le persone facessero il percorso normale a piedi, in meno di mezz’ora arriverebbero al Colosseo. Questo è un percorso bellissimo, ricco di storie, chiese, caffè, gelaterie, diversi edifici.

Dopo un po’ di shopping e foto (o solo foto), continuate a camminare fino ad arrivare di fronte a Piazza Venezia con l’enorme monumento in onore di Vittorio Emanuele II, il primo Re dell’Italia unita. Continuando, trovate il Colosseo e il Foro Romano.

Cosa visitare a Roma

Per chi la vede per la prima volta, scoprirà che a Roma è impossibile camminare da un punto all’altro senza esplorarla.

Per chi ha tempo e interesse, i musei meritano una visita. I Musei Vaticani sono meravigliosi, un vero spettacolo. Si tratta di un enorme complesso con diverse stanze e giardini che permettono di raggiungere la Cappella Sistina che, se si vuole vedere, bisognerà prenotare in anticipo. Dal 2020 molte cose sono cambiate, i regolamenti vengono attualizzati costantemente, quindi quando decidete di andare, informarvi bene sulle procedure necessarie.

Castel Sant’Angelo è un museo molto visitato (e apprezzato) dai brasiliani. Era un mausoleo e al suo interno ci sono oggetti dell’antica Roma.

La galleria Borghese si trova in un parco bellissimo. La galleria accoglie opere d’arte del 1600 e 1700, con collezioni di Caravaggio e Botticelli, tra gli altri.

Nel sito Lazio Nascosto potete trovare delle ottime informazioni sui musei di Roma e per chi vuole visitare Roma in un giorno, luoghidavedere.it offre un bel percorso.

Regole da rispettare nel Bel Paese

Poi ci sono tantissime chiese, che sono delle vere opere d’arte.

Attenzione: in Italia e in molti Paesi europei non è consentito visitare le chiese e alcuni monumenti con le spalle e le ginocchia scoperte.

Per cui se viaggiate in estate, portatevi un foulard o una maglietta da mettere sopra la canotta e ricordate che se indossate gonne o pantaloncini, questi devono coprire le ginocchia. Questo è fondamentale perché può essere veramente frustrante avere il biglietto in mano, essere pronti ed emozionati per entrare, ed essere fermati all’ingresso a causa di come siete vestiti. Ricordatevi che sono molto rigorosi, quindi non vi fanno entrare.

Dove mangiare a Roma?

I piatti tipici di Roma sono la pasta caccio e pepe, i bucatini all’amatriciana e gli spaghetti alla carbonara.

Anche se questi sono piatti che appartengono alla cucina romana, alcuni ristoranti hanno le loro specialità. Quindi, un’alternativa potrebbe essere quella di chiedere un suggerimento al cameriere, così avete la certezza di mangiare il piatto più speciale di quel posto. Ma attenzione: ricordatevi sempre di prenotare la tavola prima di andare a mangiare perché di solito i ristoranti sono pieni. In Italia funziona così.

I posti più economici sono senza dubbio le pizzerie e i posti dove vendono panini. Attenzione: non ordinare mai in Italia una pizza per due persone. La pizza è individuale, sempre! Se non avete troppa fame, allora ordinate una pizza piccola.

Tempo in più? Le passeggiate fuori Roma

Per chi vive a Roma o per chi ha ancora del tempo, dopo aver visitato la città eterna, può essere interessante conoscere dellle città vicine. Uscendo dalla città si scoprono dei piccoli centri storici in montagna o nei borghi e il paesaggio cambia completamente.

 

Leggi anche l’articolo in portoghese: Roma

Fai gli esercizi: Esercizi

Veja também:

Storia di Aline Aquino Gargiulo

“Ho un debito con l’Italia”   Con queste parole inizia la storia di Aline Aquino Gargiulo. Aline è una donna sempre sorridente, molto educata e

Leia mais

Roma

ROMA Para quem ainda não conhece Roma, descobrirá que é impossível caminhar de um ponto a outro sem explorá-la  Texto elaborado a partir da live

Leia mais

Itália da Giulia · 2023 © Todos os direitos reservados