Verona, La Casa Di Giulietta… E Romeo!

Compartilhe este post

Verona, famosa e molto turistica grazie alla storia di Romeo e Giulietta.

È curioso come molte persone in Brasile si riferiscono a questa come la città di Giulietta, ma, ragazzi, è anche la città di Romeo!

Testo adattato dalla live di Giulia Nardini del 19 agosto 2020 sul suo canale Instagram: @italiadagiulia

 

Angélica M. Velazco J.

 

Verona, patrimonio mondiale UNESCO, si trova nel nord Italia, nella regione del Veneto ed è vicina alle montagne e al lago di Garda.

La sua ubicazione è ottima a livello strategico perché si trova in mezzo a due grandi città: Milano e Venezia, per cui è ben collegata dai mezzi di trasporto pubblico (treno, autobus…).

Verona è un comune e anche una provincia. A voi le differenze fra queste due parole: i comuni sono le città più piccole, le province sono le città principali.

Romeu e Julieta
Ubicazione di Verona

Qui sotto trovate una foto della mappa di Verona e potete vedere in giallo la provincia e in rosso il comune.

Il comune è dentro la provincia. Le piccole divisioni nella zona gialla sono tutti gli altri comuni della provincia di Verona. 

Se visitate il lago di Garda, una parte appartiene alla provincia di Verona, ma attenzione, difficilmente si visita il lago e il centro di Verona allo stesso tempo, perché il lago si trova lontano dalla città, fuori dal comune.

Quindi quando programmate di visitare questa città, vi consigliamo di fare due viaggi in due momenti diversi: un giorno lo dedicate a Verona, dove si trova la parte più storica e culturale e un altro al lago. 

Romeu e Julieta
Verona: in giallo la provincia e in rosso il comune

Come sono i veronesi

Verona è una città molto bella, affascinante, organizzata.

Giulia considera giusto parlare anche degli aspetti polemici. Così, mostra un esempio di un forum Internet, in cui una persona di Taranto (città che si trova in Puglia, nel sud Italia) chiede come si vive a Verona.

Un veronese risponde dicendo che loro (i veronesi) non si aprono molto, non danno molta confidenza, si “fanno gli affari loro”. “Sotto la buccia c’è tanta polpa”, cioè sono delle persone un po’ dure, ma in fondo sono buoni perché, afferma, sanno “riconoscere e premiare con stima, rispetto e affetto le persone corrette, educate e rispettose”.

Questa sarebbe la “polpa” sotto la “buccia” della frutta (i veronesi). 

Come si vive a Verona

Un sito molto interessante è numbeo.com dove potete trovare informazioni sul costo della vita di città italiane e di altre parti del mondo.

Verona, anche se è una città piccola, è cara perché è una città turistica.

È molto importante tenere in conto che per chi è appena arrivato, le cose possono essere un po’ più care, ma pian piano la gente si abitua e comincia a vivere la città, le cose diventano più economiche perché si impara a conoscere i posti dove andare.

Questo per spiegarvi che le statistiche che potete trovare su siti come numbeo potrebbero essere diverse dalla realtà che si può effettivamente trovare quando ci si trasferisce, perché quelle statistiche sono basate sui dati delle persone che già vivono in città da un po’ di tempo.

Comunque, nonostante Verona sia una città turistica, ci sono molti abitanti “locali”, diversamente da altre città con molti più turisti come Milano, Firenze e Venezia.

Ovviamente, nella parte turistica le cose costano di più, ma allontanandosi dal centro storico, si trovano dei negozi e opzioni molto più economiche. Verona quindi è considerata una città cara, ma anche una città dove si può guadagnare bene.

Un aspetto negativo sarebbe il clima, perché fa molto caldo d’estate e molto freddo d’inverno, come in altre città del nord Italia.

L’aspetto positivo è che si trovano molte alternative di posti dove andare a mangiare o bere, ma bisogna fare una ricerca per trovare quelli migliori, per quanto riguarda qualità e prezzo e prenotarli per tempo. Ad esempio, in questo sito si possono prenotare degustazioni di vini.

I posti principali della città

Il centro storico di Verona è iscritto nella Lista del Patrimonio Mondiale UNESCO.

Tutto comincia con Piazza Bra, dove si trova l’Arena di Verona, che sarebbe come il Colosseo, ma più piccolo. Infatti, il Colosseo si chiama “Colosseo” proprio perché è un’arena, ma più grande.

Quasi tutta l’Arena di Verona è preservata e si può visitare anche all’interno; oggigiorno continua a essere usata per gli spettacoli come concerti, rappresentazioni teatrali, opere, ecc.

Dobbiamo ricordare che è una struttura che ha più di duemila anni, per cui non ha tutte le comodità alle quali siamo abituati negli edifici moderni, ma è comunque un posto molto bello, affascinante, interessante e funziona con la stessa ottima acustica con cui è stato costruito.

Se si vuole visitare Verona, non bisogna segnarsi tantissimi posti, perché in realtà tutto comincia in questa piazza e basta camminare verso nord per vedere le strade famose e piene di storia. Così si passa anche per la casa di Giulietta, fino ad arrivare al Teatro Romano. 

L’Arena di Verona si trova proprio in centro, mentre il Teatro Romano si trova un pochino più a nord. Per fare tutto il percorso ci vogliono massimo due ore a piedi come qualsiasi percorso turistico che si fa in Italia.

Tornando al Teatro Romano, anche questo ha la stessa infrastruttura e acustica originale e la vista panoramica è stupenda. Qui ha sede il Museo Archeologico che racconta la storia della città e si trovano dei resti della Roma Antica.

Per questo motivo, è molto bello finire il percorso lì e rimanerci minimo due ore, perché non è un posto in cui si va solo per scattare una foto e basta, ci sono molte cose da vedere che valgono la pena.

Gli orari dipendono dalle stagioni: cambiano dall’inverno all’estate. In generale, la migliore opzione è a fine giornata.

 

Romeo e Giulietta (non solo Giulietta!)

La storia di Romeo e Giulietta è la storia della città in sé, dove in passato le famiglie avevano dei conflitti fra di loro.

Ricordiamo che adesso vediamo l’Italia come un Paese unito, ma non è stato tutto il tempo così, specialmente nel Medievo, quando esistevano più divisioni territoriali.

Si costruivano ponti e torri per proteggere le città dai nemici e se oggi ci sembrano dei monumenti molto belli, all’epoca rappresentavano un mezzo per difendersi da situazioni molto violente.

La storia di Romeo e Giulietta rappresenta veri conflitti che esistevano tra le famiglie dell’epoca, due famiglie antagoniste e nemiche. Loro erano appena due ragazzini: lei aveva 13 anni e lui fra i 16 e i 17 anni quando si innamorarono e il loro amore durò appena alcuni mesi.

Per quanto riguarda l’amore di Shakespeare per le città italiane, questo è un grandissimo mistero. Esiste persino una teoria (senza molto senso) in cui si dice che lui non era inglese, ma italiano.

Shakespeare ha scritto tantissime storie ambientate in Italia, ma non esiste una risposta vera e propria del perché lui amasse tanto le città di questo Paese.

Le lettere per Giulietta

Le lettere che fino a oggi sono inviate a Giulietta, sono raccolte da donne di diverse parti del mondo, raggruppate nel Club di Giulietta (The Juliet Club), in cui “ogni lettera viene letta, tradotta e risposta e poi conservata nell’archivio Club  di Giulietta che contiene migliaia di storie d’amore”.

Questa è un’attività molto carina che si svolge da quasi 25 anni, riaffermando Verona come la capitale dell’amore.

Il petto di Giulietta

Possiamo osservare che la statua di Giulietta (la statua si trova nella casa di Giulietta e si può visitare, ma attenzione perché è molto piccola e spesso ci sono tanti turisti), ha uno dei seni più brillante dell’altro, questo perché i turisti lo toccano pensando porti fortuna.

Ma non solo i turisti! In Italia la leggenda narra che se toccare il seno sinistro di Giulietta porta fortuna. Per questo motivo, il seno sinistro della statua è più brillante e luccicante. 

Dove è nata quest’idea leggenda? Non ne abbiamo idea, ma è una questione simbolica, anche se non molto poetica.

Per riassumere: Verona è una città non molto grande che si trova al nord Italia, è molto turistica, è cara per chi non la conosce bene e meno cara per chi la conosce o ci vive. 

Sicuramente la storia di Romeo e Giulietta ha contribuito a incrementare il turismo in questa città.

Se volete vivere a Verona, il consiglio è di fare una ricerca approfondita e seguire i consigli di chi già ci vive. La cosa migliore è cercare dei forum Internet creati da italiani, dove parlano solo italiano, per chiedere consigli su negozi e posti dove fare la spesa senza spendere molto. In ogni caso, bisogna tenere in conto che nei primi due mesi si spenderà il doppio di quello che si spende normalmente, specialmente nel centro storico. 

Esistono anche altri bei comuni nella provincia di Verona, la quale, ricordiamo, arriva fino al lago di Garda.

A Verona si può trovare lavoro e sicuramente è un posto per chi piace vivere in città.

Ha una gastronomia locale unica, per la posizione in cui si trova; si raccomanda di chiedere sempre: “che cosa mi consiglia?”, “qual è il piatto tipico o tradizionale del posto?”, “che cosa posso assaggiare?”. 

Per quanto riguarda i rapporti con i veronesi, bisogna avere pazienza e rispettare il loro tempo, ma in generale, gli studenti di Giulia non hanno mai avuto problemi perché hanno capito come funziona Verona sin da prima di arrivarci.

Sito utile per sapere di più su Verona: www.viviverona.it

 

Leia o artigo em português: Verona, A Casa De Julieta E De Romeu

Faça o exercício desse artigo: Esercizi

Veja também:

Storia di Aline Aquino Gargiulo

“Ho un debito con l’Italia”   Con queste parole inizia la storia di Aline Aquino Gargiulo. Aline è una donna sempre sorridente, molto educata e

Leia mais

Roma

ROMA Para quem ainda não conhece Roma, descobrirá que é impossível caminhar de um ponto a outro sem explorá-la  Texto elaborado a partir da live

Leia mais

Itália da Giulia · 2023 © Todos os direitos reservados